Cronotachigrafo

 

Formazione sul corretto utilizzo del Cronotachigrafo, già ritenuta indispensabile dalla regolamentazione del settore ma resa quanto mai attuale dalla recente pubblicazione del Decreto Dirigenziale n.215 del 12/12/2016, pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, recante disposizioni in materia di corsi di formazione sul corretto utilizzo dello strumento di controllo. La principale novità prevista dal Decreto è che, realizzando per il proprio personale viaggiante i corsi sul corretto utilizzo del Cronotachigrafo le imprese di Autotrasporto potranno dimostrare agli organi di controllo che le infrazioni commesse dai propri autisti, in riferimento al mancato rispetto della normativa sui tempi di guida e di riposo, non possono essere attribuite a loro inadempienza nel fornire ai conducenti la formazione necessaria al corretto utilizzo del cronotachigrafo: possono quindi richiedere l’annullamento della sanzione a carico dell’impresa. Il corso ha durata minima di 8 ore.

Al termine viene rilasciato al conducente un attestato individuale di partecipazione, unitamente ad un documento in cui le imprese forniranno al conducente istruzioni scritte inerenti le norme di comportamento alle quali dovrà attenersi nella guida, nel rispetto della normativa sociale sui tempi di guida e di riposo. Il documento con le istruzioni andrà fornito e fatto sottoscrivere annualmente dal conducente, mentre l’attestato comprovante l’avvenuta formazione varrà cinque anni dalla data della sua emissione.


Possibilità di corsi di formazione finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: la partecipazione ai corsi non comporta alcun costo aggiuntivo e le imprese possono prevedere di richiedere la riduzione del tasso premio INAIL. L’ impresa deve essere in possesso di due requisiti minimi:

  • essere iscritta all’Albo degli Autotrasportatori di Cose in Conto Terzi
  • applicare ai propri lavoratori il CCNL Trasporto, Logistica e Spedizione può far partecipare ai corsi i dipendenti, i titolari, i soci e gli amministratori.